Il quotidiano online di tutti gli italiani






la tua e-mail per ricevere le notizie  più importanti
Tuo Nome :
Tua E-mail :
 
Dopo la batosta elettorale del PdL, si andrà al voto anticipato?
Sì, ne sono certo
No, si arriverà al 2013
Si vota entro l'anno prossimo
La politica mi ha stufato...
Home / Italia / Italiani all'estero, "Controesodo - Viva l’Italia": a New York
Mon, 17 Jan 2011 16:15:00

Italiani all'estero, "Controesodo - Viva l’Italia": a New York




Alla presentazione della legge CONTROESODO e’ stata abbinata la presentazione di VIVA l’Italia (l’Italia tutta intera) programma di manifestazioni volute dal PD per commemorare il 150° anniversario dell’Unita’ d’Italia

ItaliachiamaItalia



Sembra essere uno slogan per descrivere quella grande storia italiana dell’emigrazione, sempre poco raccontata, ma che ha permesso al nostro Paese di superare momenti economici difficili e  a tanti connazionali di riscattarsi dalla mancanza di lavoro in Patria.  Parliamo delle rimesse economiche, della straordinaria capacità imprenditoriali italiane, laddove ci sono condizioni favorevoli.

Alla presentazione della legge CONTROESODO e’ stata  abbinata la presentazione di VIVA l’Italia (l’Italia tutta intera) programma di manifestazioni volute dal PD per commemorare il 150° anniversario dell’Unita’ d’Italia. Il primo evento, si e’ tenuto proprio a NY, ideale capitale di quella Italia che nel corso di 150 anni ha lasciato il Paese per cercare fortuna altrove.

L’onorevole Vaccaro oltre a presentare la Legge CONTROESODO ha a lungo enfatizzato l’importanza dell’iniziativa. Lo scorso giovedì  14 gennaio, presso il Jolly Hotel, in Manhattan,  di fronte ad una platea attenta e variegata, l’Onorevole Guglielmo Vaccaro,  presentato dal Prof. Vincenzo Pascale ed alla presenza del Console Generale d’Italia in New York , Francesco Talo’ e del Vice console Marco Alberti, ha presentato la legge Controesodo, licenziata dal Senato lo scorso 23 dicembre. Una legge votata dai due schieramenti  parlamentari  che intende affrontare e strutturare – per un eventuale ritorno in  Italia - la presenza di migliaia di talenti italiani sparsi nel mondo. Una legge complessa che può arrecare un grosso beneficio economico al Paese ma soprattutto mettere in moto un meccanismo di sensibilizzazione del Paese verso tanti giovani (e sono migliaia) italiani che hanno deciso di recarsi a lavorare all’estero o hanno impiantato aziende all’estero. Controesodo, come ritorno. Ma soprattutto come idea per stimolare anche coloro che operano in Italia nei vari settori industriali ed accademici a guardare a quello che accade fuori dal Paese.

L’onorevole Vaccaro oltre ad avere nei dettagli illustrato  la legge (che ora va completata entro 60 giorni  attraverso i decreti attuativi), ha risposto anche alle domande di alcuni giovani professionisti italiani che hanno sollevato rilevanti problemi di applicabilità, pur ampiamente lodando la legge. 

All’evento hanno partecipato circa 60 persone,  tra gli altri, in ordine sparso, Gianfranco Cuda - CFO Fiat Finance USA, Francesco Leone, Claudio Bozzo - Presidente di MSC America, Glauco Maggi - La Stampa, Filippo Scognamiglio - BC Consulting, Silvana Mangione - CGIE, Christian Moretti - Greenber Traurig, Berardo Paradiso - Presidente IACE, Antonio Bonetti - Education Officer  Italian Consulate, Pasquale Masullo - Consultore Regione Campania, Carlo Lazzari e Paolo Vannini, coorganizzatori della serata. L’evento e’ stato coperto da Riccardo Chioni di America Oggi. Al termine dell’incontro l’Onorevole Vaccaro accompagnato dal Console Talò e dal Vice Alberti si è  recato ad incontrare il gruppo NOVA (i giovani MBA italiani in USA) che il secondo giovedì di ogni mese si riuniscono presso il Caffè Armani. Alla serata erano presenti  circa 100 giovani italiani  i quali si  sono  a lungo intrattenuti con l’On. Vaccaro per chiedere ragguagli sulla legge, mostrando una grossa conoscenza sia sulla legge che sugli incentivi per il ritorno in Italia.

Ora si attende il prossimo step, la presentazione della Legge fatta dai due gruppi parlamentari  con i decreti attuativi completati. E questo avverrà nella prima decade di aprile.  I due eventi, la presentazione della Legge e l’incontro al Caffè Armani con i giovani del gruppo NOVA sono stati seguiti e curati con estrema attenzione dal Consolato generale d’Italia di New York che ha anche fatto da cassa di amplificazione presso l’intera comunità italiana per la presentazione della legge.

Italia chiama Italia


















































© 2006 Italia chiama Italia. Tutti i diritti sono riservati.