Il quotidiano online di tutti gli italiani






la tua e-mail per ricevere le notizie  più importanti
Tuo Nome :
Tua E-mail :
 
Dopo la batosta elettorale del PdL, si andrà al voto anticipato?
Sì, ne sono certo
No, si arriverà al 2013
Si vota entro l'anno prossimo
La politica mi ha stufato...
Home / Italiani all' estero / FRANCOBOLLO FIUME: bloccata l'emissione
Thu, 01 Nov 2007 08:23:00

FRANCOBOLLO FIUME: bloccata l'emissione


Guglielmo Picchi, Forza Italia


PICCHI (FI) Governo blocca emissione su pressioni Croate




 
“Non è possibile che il governo si comporti in questo modo e subisca pressioni internazionali per ritirare il francobollo commemorativo di Fiume”. Così Guglielmo Picchi, deputato di Forza Italia eletto in Europa, annuncia una interrogazione al Governo per chiedere se e perchè il ritiro del francobollo commemorativo della città di Fiume nel Quarnaro sia definitivo.

“La nostra solidarietà va all’Unione degli Istriani  e al suo presidente - continua l'azzurro - e supportiamo tutte le iniziative affinchè in francobollo venga “restitutito”.  Ci sembra che i malumori da parte croata per la dicitura contenuta nel francobollo "Fiume – Terra Orientale già italiana" siano eccessivi e negano una realtà storica senza alcuna valenza irredentistica e nazionalistica. Non credo che i giornali croati debbano dire al governo italiano di emettere o meno un francobollo e che questo con la scusa di una svista poi li assecondi.  Auspichiamo che si tratti effettivamente solo di una svista, anche se grave, ed auspichiamo una pronta emissione del francobollo e magari di una presenza rafforzata delle istituzioni italiane alle celebrazioni per questa emissione filatelica”.

 Testo Interrogazione a risposta scritta

Al Ministro dell’Economia, al  Ministro degli affari esteri 

Per sapere - premesso che:  

secondo quanto riportato il 30 ottobre 2007 dalle agenzie stampa Poste Italiane avrebbero sospeso l’emissione di un francobollo commemorativo della città di Fiume; 

il presidente dell’Unione degli Istriani Massimiliano Lacota in una conferenza stampa tenuta a Trieste il 30 ottobre ha affermato  «la vicenda del francobollo di Fiume ritirato da Poste Italiane su disposizione del Governo è la brutta copia della medaglia d’oro al valor militare mai concessa a Zara, città martire, segno questo, di una diabolica continuità di atteggiamenti e di comportamenti che sviliscono la dignità degli italiani d’Istria, Fiume e Dalmazia e soprattutto negano la verità storica, alla faccia della Giornata del Ricordo»;

la dicitura contenuta nel francobollo "Fiume – Terra Orientale già italiana" non è in alcun modo una connotazione irredentistica e nazionalistica ma una semplice celebrazione della città quarnerina, poiché Fiume era appartenuta all’Italia; 

la Slovenia, con l’appoggio incondizionato della Croazia, aveva emesso nel 2004 un francobollo celebrativo del 50° anniversario del ricongiungimento della Zona B in seno al litorale sloveno e questo, nonostante la falsità rappresentata dal sostantivo ricongiungimento, senza alcun tipo di protesta a parte l’Unione degli Istriani; 

se sia vero che il governo sia intervenuto e quali motivazioni lo avrebbero indotto ad intervenire; 

quali azioni saranno intraprese per ottenere la pronta restituzione“ del francobollo; 

se non ritengano opportuno sostenere maggiormente le celebrazioni per l’emissione filatelica e chiarirne la finalità in sede diplomatica.
 
On. Guglielmo PICCHI


Italia chiama Italia


















































© 2006 Italia chiama Italia. Tutti i diritti sono riservati.