Le fragole fanno ingrassare? Calorie e Benefici

Le fragole sono dei frutti che, vuoi per il loro colore rosso, vuoi per la loro dolcezza, sono apprezzate da grandi e piccini. Ma una domanda sorge spontanea: fanno o non fanno ingrassare? In questa pratica guida verranno fornite tutte le risposte più dei consigli utili circa il miglior consumo.

Quante calorie hanno le fragole?

Le fragole contengono circa 35 calorie ogni 100 grammi di prodotto, a patto che vengono consumate esattamente come sono e senza l’aggiunta di zucchero o altro dolcificante. L’apporto calorico è pertanto decisamente basso, anche perché il 90% della loro composizione, proprio come l’anguria, è a base d’acqua. Oltre ad avere un bassissimo apporto calorico, le fragole sono dei frutti ricchi di vitamine e proprietà nutrienti, i quali non possono fare a meno di apportare dei notevoli benefici alla dieta. Sono sicuramente degni di menzione anche gli antiossidanti, ossia quelle sostanze in grado di contrastare l’invecchiamento e di aiutare dunque a mantenere il corpo giovane e in perfetta forma. Non ci sono dunque scuse per non consumare fragole, anzi devono essere considerate un vero e proprio trattamento anti età. 

Le fragole non fanno ingrassare

Ecco finalmente il verdetto: le fragole, se consumate al naturale, non rientrano tra i cibi che fanno ingrassare e possono essere consumate in qualunque momento della giornata, basti pensare alla colazione, ad uno spuntino oppure ad un delizioso dessert light per concludere in dolcezza un pranzo oppure una cena. 

Come consumare le fragole senza ingrassare

Se si desidera consumare le fragole senza mettere su un etto, è necessario consumarle senza zucchero, miele o, ancora peggio, panna montata e cioccolato fuso. Per quanto queste aggiunte possano rendere i frutti più appetitosi, non sono affatto amici della linea. Se proprio non si riesce a rinunciare al dolcificante, si consiglia di ricorrere alla Stevia, all’aspartame oppure a qualche goccia di limone.

Fragole e allergia

Purtroppo alcuni soggetti soffrono di allergia alle fragole, le quali possono causare orticaria, eczemi, prurito e rossori cutanei. In questi casi si sconsiglia di non consumarle, pena il peggioramento della situazione. 

Confettura di fragole

Ebbene sì, le fragole sono deliziose anche sotto forma di confettura e marmellata. Se si vuole consumare tale alimento, si consiglia di scegliere una conserva senza aggiunta di zuccheri (leggere accuratamente l’etichetta). I vantaggio di quest’ultima alternativa sono sia il costo alquanto irrisorio, sia la facile reperibilità durante ogni mese dell’anno.

Coltivare le fragole in casa

Se si ha il pollice verde, nessuno vieta di coltivare le fragole a casa propria, così da avere sempre a portata di mano e risparmiare notevoli somme di denaro. In questo caso basta reperire dei semi presso qualsiasi vivaio e predisporre il terrazzo in modo che i frutti abbiano la possibilità di svilupparsi in maniera corretta. Inoltre è bene sapere che non esistono solamente le fragole rosse, ma anche quelle bianche. Queste ultime sono conosciute con il simpatico nome di pine berry e si caratterizzano per la loro spiccata dolcezza. Al fine di apprezzare al meglio la dolcezza e le proprietà organolettiche delle fragole, si raccomanda di acquistarle di stagione. Certo, oggigiorno si possono acquistare in ogni mese dell’anno, ma la qualità non sarebbe sicuramente la stessa.

Ricette light con le fragole

Le fragole possono diventare l’ingrediente protagonista di numerose ricette light. Un esempio lampante possono essere, oltre la classica macedonia, le mousse a base di yogurt, frullati, centrifughe, aspic, crepes e pancake. Non a caso sono il cibo preferito degli sportivi o di chi deve seguire un regime alimentare controllato, poiché consentono di soddisfare la voglia di dolce senza provare alcun senso di colpa.