Cosa serve per richiedere una visura protesti

La visura protesti: cos’è e a cosa serve

Si tratta un documento all’interno del quale sono contenute una serie di informazioni attraverso le quali è possibile procedere ad accertare l’affidabilità di un soggetto. La visura protesti rappresenta infatti una garanzia attraverso la quale è possibile verificare l’affidabilità di un determinato soggetto e dunque la sua solvibilità. Attraverso le informazioni e i dati contenuti all’interno della visura protesti è possibile porre in essere tutte gli esami e gli accertamenti necessari su un determinato soggetto, sulla sua affidabilità, sulla sua solvibilità e dunque sul possibile rischio di insolvenza il quale rappresenta il rischio che quest’ultimo non adempia alle sue obbligazioni.

La rilevanza delle informazioni contenute all’interno di una visura protesti è determinata dal fatto che tutti i dati in essa contenuti vengono costantemente aggiornati, ebbene grazie a tali aggiornamenti è possibile dunque una volta ottenuta la visura protesti in seguito alla predisposizione della apposita richiesta prendere visione di tutte le informazioni attendibili relative ad un determinato soggetto sia esso un partner commerciale, un cliente o un fornitore. In sostanza la visura protesti consente di verificare se vi sono a carico di un determinato soggetto dei protesti i quali sono in sostanza degli atti con i quali il Pubblico Ufficiale attesta che quel determinato soggetto non ha effettuato in modo regolare il pagamento di una cambiale o di un assegno.

Con riferimento al contenuto della visura protesti quest’ultima contiene l’elenco dettagliato di tutti i protesti che sono stati registrati e dunque ascritti a carico di un determinato individuo negli ultimi cinque anni presso l’organismo delle Camere di Commercio ed in particolare presso l’apposita sezione nella quale è presente il registro informatico Protesti. In particolare tra le informazioni presenti all’interno della visura protesti vi sono tutti i dati personali relativi al soggetto, l’importo del titolo protestato, la tipologia del titolo protestato sia esso una cambiale o un assegno, la causale relativa al mancato pagamento ed infine la data nella quale il suddetto protesto è stato registrato all’interno del relativo registro dei protesti.

Come si richiede e cosa serve per richiedere una visura protesti

Prima di esaminare le differenti modalità attraverso le quali è possibile procedere alla presentazione della richiesta di visura protesti occorre precisare che tale richiesta può essere presentata sia da una persona fisica che da una persona giuridica. A seconda della tipologia di persona che procede alla presentazione della richiesta vi sono delle differenze relative in sostanza alla questione concernente i documenti che devono essere forniti dalla persona in questione al momento della richiesta. A tal proposito nel caso in cui la richiesta di visura protesti sia presentata da una persona fisica quest’ultima al momento della richiesta della visura deve fornire il proprio nome, il proprio cognome ed infine il proprio codice fiscale.

Nel caso in cui invece la richiesta di visura protesti sia invece stata presentata da una persona giuridica quest’ultima deve fornire taluni documenti relativi alla propria partita iva e alla propria ragione sociale. La prima modalità di richiesta della visura protesti consiste nel recarsi presso la Camera di Commercio e procedere alla compilazione di un apposito modulo attraverso il quale è possibile ottenere la visura protesti. Questa modalità non è particolarmente apprezzata in quanto seppur consente di poter prendere visione di tutti i documenti di cui si ha necessità generalmente quest’ultima richiede necessariamente numerose ore di fila. La seconda modalità attraverso la quale è possibile richiedere la visura protesti è rappresentata dalla richiesta online. Ebbene, vi sono numerosi siti specializzati connessi alla camera di commercio che permettono di poter ottenere la visura protesti attraverso la compilazione di un apposito modulo online in modo rapido e ottimale. La connessione diretta di tali siti con la camera di commercio permette infatti di poter accedere al catasto online. Questa modalità è particolarmente apprezzata in quanto permette di poter ottenere documenti di cui si necessita in pochissimi minuti senza doversi spostare da casa. Al fine di ottenere maggiori informazioni, è possibile visitare il seguente sito: https://www.predeion.it.