Proteggere i circuiti con alloggiamenti in metallo a taglio laser

L’elettronica avanzata richiede l’impiego di tecnologie all’avanguardia per la realizzazione di intelaiature rack e contenitori a norma, soprattutto nel caso di applicazioni che richiedono stabilità e contenimento delle interferenze elettromagnetiche.

Questo deve essere fatto affidandosi esclusivamente a servizi di carpenteria precisione, in grado di garantire al tempo stesso la totale assenza di interazioni indesiderate con gli apparecchi circostanti, l’isolamento galvanico e la stabilità meccanica per i punti di fissaggio, sempre più miniaturizzati e di difficile dimensionamento.

La necessita della protezione metallica per i circuiti

Unendo leggerezza dei materiali e resistenza all’ossidazione e corrosione, la carpenteria per elettronica in Italia è una delle più avanzate al mondo, in grado di fornire prodotti con prestazioni altissime, in particolare per quanto riguarda la riduzione delle induttanze dei piedini di contatto.

Per chi è alla ricerca di carpenteria avanzata per il proprio hardware, la personalizzazione totale, insieme alla progettazione ad hoc sono un’esigenza imprescindibile.

Infatti spesso i prodotti serializzati non sono una delle opzioni per chi punta tutto sulla qualità competitiva della propria tecnologia e non ci si può accontentare di materiali con prestazioni ridotte.

La chiave dell’ottimizzaizone del rendimento è nell’altissima tecnologia del taglio laser, che consente di ottenere un grado di precisione che con le normali lame tradizionali è impossibile, eliminando i fastidiosi bordi frastagliati che nelle bande di frequenza più elevate sono fonte di enormi disturbi perché si comportano come antenne e sorgenti di eco.

A questo si deve unire l’impiego massivo di macchine a controllo numerico per saldatura e piegatura, progettate in ogni singola fase, con cura ingegneristica per il dettaglio e per abbattere sprechi e sfridi, come quelle proposte da Donati Giovanni con un servizio di fascia alta destinato a imprese impegnate nel settore dell’innovazione.

Tecnologia per l’innovazione e la schermatura

A fianco dell’impiego di macchine avanzatissime per la lavorazione dei metalli, però, occorre la competenza degli operatori e degli ingegneri che ogni giorno provvedono a ottimizzare le fasi del lavoro e mettono a disposizione il know-how con percorsi interdisciplinari.

Questi comprendono meccanica, scienze dei materiali e fisica per permettere a chi è alla ricerca di nuove frontiere per i suoi prodotti la possibilità di vedere realizzati progetti su ogni scala e in tempi brevi con un elevato valore aggiunto.

Un circuito elettronico deve essere in grado di tollerare l’immissione di campi elettromagnetici di una certa entità e all’interno di un range di frequenze stabilito dalle normative europee e che devono fare anche i conti con la fisica, senza subire alterazioni di funzionamento.

Al tempo stesso, soprattutto per quanto riguarda le apparecchiature radio e di telecomunicazione, deve poter emettere la giusta intensità di segnale senza interferenze, distorsioni e problemi di qualità.

Occorre l’assenza di DDP su tutta la superficie protetta con incastellature in metallo, con un grado superiore di isolamento galvanico e piani di massa addizionali rispetto a quelli circuitali, per la sezione analogica, digitale e mixed.

L’unico sistema che garantisce questa prestazione è un’interaiatura microsaldata e lavorata a taglio laser la chiave di volta del successo di un progetto è nella cura del dettaglio, perché deve offrire performance competitive con un’attenzione particolare alla durabilità dei materiali.

Se tutte le caratteristiche che rendono un progetto unico sono state curate e ingegnerizzate, il rischio di problemi viene drasticamente abbattuto.

Dal progetto alla realizzazione

Sul piano progettuale si parte da uno sketch o dalle informazioni fornite dai disegnatori CAD e dagli ingegneri che si sono occupati dell’ottimizzazione della scheda elettronica.

Per i telai a norma, con materiali che vanno dall’acciaio all’alluminio, passando per leghe miste speciali, lo scambio informativo e lo sviluppo del know how sono indispensabili per prevenire e intuire i rischi di determinati montaggi, passando a una riduzione del materiale necessario per la realizzazione.

Questo si fa progettando accuratamente le prestazioni, in modo tale da venire incontro sia alle esigenze di prezzo che di progetto, offrendo il miglior trade off tecnologico ed economico, oltre che tutta la competenza di aziende che da anni si occupano di un settore trainante per le tecnologia italiana come l’elettronica.