Doccia a cascata: come funziona

Quando si parla di doccia, attualmente è possibile scegliere tra tutta una serie di possibilità, che vanno considerate in base ai gusti e alle esigenze, allo spazio disponibile, alla pressione dell’acqua, al budget disponibile e a tanti altri fattori.
Se devo cambiare la doccia di casa o installarne una nuova, posso intendere davvero tante cose non ti sembra?
Infatti ne esistono davvero tantissimi tipi in commercio e tanti sono i risultati a disposizione.
La doccia a cascata è una delle soluzioni più trendy e alla moda che puoi prendere in considerazione e ti permetterà di creare una piccola spa, un centro benessere personale che sarà a tua disposizione ogni qualvolta desidererai rilassarti all’interno della tua oasi di pace e uscirne ricaricato e rinfrancato.
Ma in cosa consiste? E quanti tipi di doccia a cascata esistono?
Vediamolo insieme.

La doccia a cascata

Qualora dovessi avere un dubbio su cosa sia una doccia a cascata, ti consiglio di effettuare una ricerca per immagini su internet: resterai di stucco, perché si tratta di una soluzione davvero d’effetto, capace di rendere ogni bagno, anche il più piccolo ed anonimo, un ambiente di stile, ricercato e davvero impressionante.
Ma la doccia a cascata, anche se può sembrarlo, non è una soluzione destinata solo ai più ricchi: esistono tante possibilità per ottenerla, anche senza bisogno di spendere una fortuna.
Partiamo con il dire che un getto a cascata differisce da quello classico a pioggia poiché è costituito da un unico getto, proprio come quello di una cascata, da cui prende il nome, quindi non è separato da tanti piccoli ugelli che distribuiscono uniformemente l’acqua.
E diverso è l’effetto sulla persona: il getto a cascata ti investe completamente, ed è proprio come quelli che puoi trovare alle terme o nei centri benessere, regalandoti sensazioni davvero uniche e contribuendo a sciogliere stress e tensioni; quello a pioggia non è da meno, per carità, però, sarà perché è tanto diffuso, tendiamo a vederlo come un po’ inflazionato, più utile per pulirsi che per lasciarsi davvero andare.
E poi il getto a cascata ci regala un’esperienza sensoriale che è un po’ come un ritorno alla natura: se chiudi gli occhi potrai sentirti come immerso in una natura incontaminata, a godere di una fonte che sgorga spontanea e ti regala relax e anche una nuova sferzata di energia. Ma non divaghiamo.

Come realizzare una doccia a cascata

Possiamo ottenere una doccia a cascata nel nostro bagno in diversi modi: tramite un soffione per doccia a cascata, tramite una colonna doccia a cascata oppure con una cascata a parete ad incasso; senza considerare le soluzioni ibride, ovvero quelle che consentono diversi tipi di getto (come quello a cascata oppure a pioggia, per intenderci) oppure quelle che integrano la cromoterapia, l’aromaterapia oppure la nebulizzazione, oltre a modelli persino rotanti.
Prima di tutto, però, è necessario dire che quando ci troviamo alle prese con la scelta della rubinetteria da bagno, dobbiamo considerare determinati fattori, poiché non è che si possa realizzare qualunque soluzione in qualsiasi box doccia.
Infatti, devi tenere conto che l’altezza più giusta per un soffione doccia è compresa tra 200 e 210 centimetri dal piatto doccia: solo così potrai godere appieno dei benefici offerti dai getti d’acqua.
E poi non dimenticare che la doccia a cascata si può realizzare solo in cabine doccia sufficientemente ampie e importanti e che anche il soffione per questo tipo di effetto è più grande rispetto ad un soffione standard.
Quindi ti consiglio di prendere attentamente le misure dello spazio che hai a disposizione, così eviterai di correre il rischio di installare un soffione troppo grande rispetto al box doccia e che di conseguenza eroghi acqua in maniera disomogenea, oppure di sceglierlo troppo piccolo, cosa che renderebbe davvero scomodo l’utilizzo della doccia stessa.
Ovviamente, devi considerare di disporre di queste caratteristiche prima di orientarti verso una doccia a cascata, oltre a controllare che la pressione dell’acqua sia sufficientemente alta (altrimenti non avrai una doccia a cascata, ma un ruscelletto) e che anche l’impianto riscaldante sia a posto, pena la sgradevolissima esperienza di essere investiti da una cascata gelida appena qualcuno in cucina apre l’acqua calda, oppure di ustionarsi: a questo proposito ti consiglio di puntare su un miscelatore termostatico, in modo da riuscire ad ottenere la corretta regolazione della temperatura dell’acqua e che non interferisce in alcun modo con l’apertura di altri rubinetti di casa.
Insomma, verifica che tutto funzioni nel modo corretto, ma tanto è un aspetto che avresti dovuto considerare comunque, indipendentemente dal tipo di doccia scelto, no?
Altro aspetto importante: valuta se andrai a montare un soffione di tipo orizzontale o verticale e, a soffitto, a braccio oppure a parete; se pensi di orientarti su una colonna doccia multifunzione oppure preferisci una soluzione ad incasso. Sono tutti aspetti da considerare, in quanto ogni soluzione scelta comporta diversi costi sia per quanto riguarda il materiale sia i diversi lavori, anche di muratura, che si renderanno necessari.
E poi, da ultimo, ti sembrerà una banalità, ma fai attenzione a scegliere una rubinetteria che si abbini al bagno, anche a livello di stile; non vuoi rischiare di creare un effetto arrangiato, in cui tanti elementi vengono ammassati senza alcun gusto, no?

Dopo aver tenuto conto di tutti questi elementi, sei ora pronto per scegliere i vari elementi che andranno a comporre la tua doccia a cascata; un consiglio sempre valido è quello di pensare a soluzioni che consentano diversi effetti, perché così non rischierai di stufarti e avrai più possibilità a disposizione tra doccia a cascata, a pioggia, aromaterapia, cromoterapia e persino la nebulizzazione.
Tutte queste soluzioni possono essere ottenute con l’installazione di una colonna doccia apposita, magari dotata anche di doccino, che è sempre utile per sciacquare via lo shampoo dai capelli o se hai bambini piccoli in casa.
Comunque, qualsiasi sarà la tua scelta, con una doccia a cascata l’effetto centro benessere è più che assicurato!