La sigaretta tradizionale mandata in fumo dall’elettronica

Oggi ci sono tantissime persone che utilizzano regolarmente la sigaretta elettronica. Questa rappresenta sicuramente la soluzione più congeniale per chi ha il desiderio di smettere di fumare: non è sempre facile, ecco perché un dispositivo del genere è in grado di rispondere bene a questo tipo di esigenza. Bisogna ben conoscere l’ambito normativo correlato alle sigarette elettroniche e altri dettagli in merito al loro funzionamento.

Sigaretta elettronica in Italia: diffusione e leggi

In Italia si può dire che l’utilizzo della sigaretta elettronica sta vedendo numeri sempre più crescenti. Infatti, con il passare degli anni, gli acquirenti sono aumentati, così come gli interessati ad una possibilità molto concreta per dire stop alla tradizionale sigaretta. Gli svapatori dunque, ovvero coloro che fanno uso regolare della sigaretta elettronica, come suggerisce la parola inglese vaping (l’aspirazione del vapore) sono numerosi.

Ecco perché si può dire che il mercato delle sigarette elettroniche è davvero promettente e florido e si rivolge ad una nicchia di utenti che vuole eliminare il fumo di sigaretta.

Andando a vedere la Legge, soprattutto per quel che concerne l’uso della sigaretta elettronica in luoghi pubblici, si può dire che ci sono delle limitazioni. Non può essere usata né in scuole né ospedali, né tanto meno in presenza di bambini. Così come, è data facoltà agli esercizi commerciali di permettere o meno l’utilizzo di questo dispositivo: in ogni caso, è bene sottolineare che si possono utilizzare solo i liquidi certificati, che dunque non arrechino alcun danno all’organismo umano.

La sigaretta elettronica può essere dannosa?

Nel corso degli ultimi anni si è molto parlato dei pericoli correlati all’utilizzo della sigaretta tradizionale. La combustione, infatti, espone l’organismo ad una serie di sostanze chimiche non certo benefiche. Ecco perché, la sigaretta elettronica fa sicuramente meno danni. Le e-cig, in base a quanto affermato da alcuni studiosi, garantiscono una notevole riduzione del danno in quanto non vengono assimilate sostanze chimiche varie e soprattutto nicotina in eccesso. Senza dimenticare, che vi sono meno danni anche per coloro che si trovano nei paraggi del fumatore, il cosiddetto fumo passivo. Secondo uno studio della Cancer Resarch UK, utilizzare la sigaretta elettronica permetterebbe di avere un calo drastico delle sostanze cancerogene assimilate dall’organismo già nell’arco di sei mesi rispetto a quella tradizionale.

Cosa pensano gli esperti sulla sigaretta elettronica?

Indubbiamente, il successo della sigaretta elettronica è correlato ad una serie di vantaggi di non poco conto per la salute degli utenti. Basti pensare che qualche anno fa il compianto medico, Umberto Veronesi, si oppose a quanto affermato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità che bocciò le sigarette elettroniche. Infatti, lo scienziato italiano era dell’idea che grazie a queste vi era realmente la possibilità di accantonare una volta per tutte le sigarette normali. E ciò avrebbe portato ad un notevole calo di casi di tumore al polmone, molto frequenti nei soggetti fumatori di sigaretta classica.

Occorre inoltre precisare una cosa molto importante, ovvero che la sigaretta elettronica non va vista come la panacea di ogni male. Diventa dunque essenziale informarsi correttamente, soprattutto in merito a ciò che si svapa, diventando consapevoli dei prodotti che meritano di essere scelti. Occhio a non trasformare un dispositivo del genere in un gadget alla moda che poi viene lasciato in un cassetto per tanto tempo. La sigaretta elettronica può diventare una concreta possibilità per chi vuole accantonare la sigaretta tradizionale e tutti i suoi effetti negativi sulla salute.

Uno dei vantaggi principali: mancanza della combustione

Un elemento di non poco conto quando si parla di sigaretta elettronica è la mancanza della combustione. Proprio questa è una di quelle cose responsabili delle tossine che determina il fumo di sigaretta tradizionale. D’altronde, la scienza afferma che i responsabili principali dell’introduzione nel corpo umano di sostanze cancerogene derivano proprio dal processo che brucia il tabacco e la carta. Quello che fa la differenza, fondamentalmente, è la composizione del vapore: ci sono quelli che contengono solamente glicerolo e aromi, utili per svapare qualcosa di gradevole. Ma non mancano di certo quelli contenenti nicotina, capaci di dare una sensazione piacevole molto simile a quella provata quando il fumatore inala il fumo di sigaretta.

Scegliere correttamente la sigaretta elettronica migliore

In commercio si possono trovare tante varianti di sigarette elettroniche, ognuna con delle caratteristiche peculiari che riescono a rispondere bene a determinate esigenze. Vale la pena sottolineare che il prezzo di questi dispositivi non viene determinato dal brand, bensì dalle caratteristiche del modello e dagli accessori che la integrano. Ci sono degli elementi che sono fondamentali per avere a disposizione un prodotto di qualità e che funzioni sempre correttamente. Ma, assieme a questi, non possono mancare altri oggetti e funzionalità che potrebbero rivelarsi particolarmente utili per chi vuole un prodotto misurato perfettamente in base alle proprie necessità. Ecco dunque ciò che bisogna valutare quando si vuole acquistare una e-cig.

L’atomizzatore

In base ai modelli e alle proprie esigenze, si può scegliere di acquistare una resistenza rigenerabile fai da te o una resistenza usa e getta. Si può anche regolare il flusso d’aria, mentre la carica può essere dall’alto o anche dal basso. Si potrebbe anche scegliere di personalizzare il tipo di tiro.

La batteria

Questo è probabilmente uno degli elementi principali per un dispositivo come la sigaretta elettronica. Bisogna dunque scegliere l’e-cig anche tenendo conto del tipo di batteria. Questa può essere anche munita di una pila esterna oppure interna. Cambiano una serie di aspetti, per esempio, la possibilità di regolare il wattaggio della stessa. Senza dimenticare che la batteria è fondamentale per poter personalizzare la spinta della fumata e il livello del calore del motore. Ci sono modelli moderni di sigaretta elettronica che prevedono un display dotato di una apposita spia a led che permette di verificare il livello di carica.

Il tiro personalizzabile

Coloro che sono alle prime armi con il mondo delle sigarette elettroniche non possono non considerare il tipo di tiro da scegliere: esiste quello col polmone e quello con la guancia. Nel primo caso, si può dire che prevede un’aspirazione attraverso i polmoni e perciò è abbastanza forte. Mentre, per quanto concerne il secondo, è quello che più si avvicina come caratteristiche al tiro della sigaretta tradizionale. Così facendo, il fumo prima di giungere nei polmoni passa nella guancia.

Modelli differenti di sigarette elettroniche

Non va sottovalutato un aspetto di fondamentale importanza, ovvero che in commercio ci sono diversi modelli di sigarette elettroniche. Infatti, si può disporre di svariati starter kit, così come di possibilità convenienti per personalizzare il dispositivo che si vuole usare a seconda delle necessità. I componenti della sigaretta elettronica vanno a determinare le prestazioni sia per la fumosità che per la percezione del vapore che arriverà direttamente in gola. Scegliere il modello giusto non è sempre facile, anche perché bisogna prendere in considerazione il calore del vapore oppure la resa aromatica del liquido utilizzato. Quel che si può affermare con certezza è che con la e-cig si può approfittare di un’esperienza decisamente soddisfacente, molto simile a quella provata quando si fuma la sigaretta tradizionale, ma senza andare incontro a particolari pericoli per la salute.

I kit all in one

Potrebbe succedersi di imbattersi in pubblicità che parlano di kit all in one. Questi sono modelli molto pratici e che permettono di svapare dopo aver premuto un tasto per l’erogazione del vapore. Molto consigliati per coloro che non hanno mai usato una sigaretta elettronica: viene proposta la funzionalità base di modelli adatti ai meno esperti. Si fanno apprezzare molto in quanto sono estremamente semplici da usare. Prendono questo nome in quanto il serbatoio è integrato sia con la batteria che con l’atomizzatore: il che vuol dire che basta premere un pulsante per fare in modo che la sigaretta elettronica venga attivata e si possa svapare senza problemi.